Ricette e racconti di vita e di viaggio

dolci

Brioches fit e light al latte di kefir con poolish

Ho avuto modo di raccontarvi le proprietà benefiche del latte di kefir quando ho pubblicato la ricetta di una focaccia sofficissima che potete andare a sbirciare qui. Brevemente il kefir è un probiotico naturale con fermenti lattici vivi che facilitano la fermentazione. Ma oltre a questo dona agli impasti una sofficità spettacolare.Proprio queste due proprietà mi hanno indotto a provare questo ingrediente magico anche per le brioches. Il risultato è stato approvato da tutta la famiglia quindi lo condivido con voi!
Si tratta di un lievitato leggerissimo avendo al suo interno pochissimi grassi. Non sono solita mangiare brioches a colazione ma di tanto in tanto mi piace coccolarmi senza mai eccedere. E queste brioches sono perfette. Soffici appena sfornate, si possono congelare e ritornano come appena fatte se si riscaldano prima di essere consumate.
Non contengono grassi a parte l’uovo e pochissimo olio di semi e soli 80 grammi di zucchero. Insomma, se volete un peccato di gola che tanto peccato non è accomodatevi, vi lascio la ricetta.

Ingredienti
Per il poolish:
150 gr di farina forte (con almeno 300w o farina manitoba);
150 gr di latte di kefir o cremoso al kefir (ma va bene anche il liquido normale);
70 ml di acqua (se usate il latte liquido omettetela o riducetela in base a come si presenta l’impasto);
1.42 gr di lievito di birra secco + mezzo cucchiaino di zucchero x l’attivazione (va bene anche cifra tonda..ma io per precisione vi riporto quello che ho usato – avevo bustina aperta da finire) o 5 gr di lievito di birra fresco

Per il restante impasto:
350 gr di farina tipo 0 per pizza (o w 200-250);
1 Uova;
80 g Zucchero;
40 g Olio di semi di girasole;
1/2 bicchiere di latte circa;
1 Baccello di vaniglia
1 cucchiaino Miele
5 g Sale
Zeste di una arancia bio

  1. In una tazzina da caffè attivate il lievito secco con mezzo cucchiaino di zucchero e un paio di cucchiai di acqua. Quando formerà la schiumetta aggiungetelo all’acqua e alla farina previsti per il poolish. Mescolate grossolanamente fino ad ottenere una pastella. Coprite con coperchio e lasciate maturare fino al raddoppio. È pronto quando inizia a cedere leggermente al centro e si è gonfiato e riempito di bolle.
  2. In una ciotola o in planetaria mettete il poolish la farina e il lievito. Iniziate ad impastare. Aggiungete l’uovo e continuate.Aggiungete il miele e i semini del baccello di vaniglia.
  3. Aggiungete poco per volta anche lo zucchero, il sale e infine l’olio.Continuate ad impastare per una decina di minuti, verificate che l’impasto non risulti troppo sodo. In tal caso aggiungere gradualmente il latte.
  4. quando l’impasto risulta lucido ed elastico, fate una palla e riponetela a lievitare in ciotola coperta con pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio.
  5. Stendere l’impasto a forma di rettangolo spesso mezzo centimetro e ricavate tanti triangoli. Potete farcirli ora prima di arrotolarli oppure dopo la cottura.
  6. Dopo averli formati metterli a lievitare coperti con pellicola fino a raddoppio (circa un paio d’ore ma verificate..devono essere gonfi e se li sfiorate devono sembrare palloncini).
  7. accendete il forno a 180 gradi e spennellateli con albume o latte e decorateli, se di vostro gradimento, con zuccherini o altri decori.
  8. infornate in forno già caldo fino a doratura (circa 10-15 min ma controllate). Si mantengono soffici per 2-3 giorni in busta chiusa oppure surgelati per settimane (se riuscite a resistere).
Please follow and like us:
Pin Share

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *