Ricette e racconti di vita e di viaggio

lievitati Pane

Pane fatto in casa con cottura in pentola

Oggi vi lascio una nuova ricetta del pane o meglio gli Ingredienti sono analoghi ai precedenti già pubblicati anche se ho aumentato di poco l’idratazione, ma con un procedimento più semplice delle pieghe e della formatura. Potete scegliere la farina che più vi garba ma consiglio di non eccedere oltre il 30/40% con le farine integrali. Pena un pane un pelo più massoso, a causa della massiccia presenza delle fibre, che poco si adattano alle Lievitazioni areose.

Ingredienti:
Per il poolish
– 150 gr di farina manitoba;
– 150 gr di acqua;
– 0,80 gr di lievito di birra secco (o 2 gr di quello fresco);
– 1/2 cucchiaino di zucchero (necessario solo se si usa lievito di birra secco)

Per l’impasto:
– 350 gr di farina 7 cereali (io quella dei Molini Spigadoro)
– 250 di acqua
– 11 gr di sale

Procedimento
1. al mattino preparare il poolish: se usate il lievito di birra secco in una tazzina da caffè il lievito e lo zucchero con un goccio d’acqua preso dal totale cosi da farlo riattivare. Fate stare 5 min poi procedete con la ricetta. Quindi in una ciotola unire il lievito (fatto riattivare se usate il secco, mentre il fresco non ne ha bisogno) farina, acqua e il lievito che avete preparato e mescolate grossolanamente fino a che l’acqua non sia stata assorbita integralmente dalla farina. Coprite con pellicola e lasciate riposare per 8/9 h a temperatura ambiente.

2. A sera impastate in planetaria il poolish con la restante farina e 200 gr acqua e fate amalgamare l’impasto. Una volta assorbita tutta l’acqua aumentate la velocità di impasto fino a che non incordera’ (con la kenwood vel. 2). Aggiungete l restante acqua gradualmente avendo cura di non perdere l’incordatura. Infine aggiungete il sale.

3. Una volta ottenuta una massa liscia ed elastica fate riposare per 30 min e poi fate 3 giri di pieghe slap & fold alternate a 20/30 min di riposo.
4. Dopo l’ultimo riposo spolverate il piano di lavoro e procedete con la laminazione: allargate tutto l’impasto sul piano da lavoro nella massima estensione possibile. Aggiungete gli eventuali semini che gradite.

5. Richiudete i primi 2/3 e poi il restante 1/3 sopra (classiche pieghe a 3 ma con impasto tutto allargato), arrotolatelo su se stesso fino a ottenere un cilindro e sigillatelo bene le estremità pizzicando l’impasto. Coprite a campana (ponendo la ciotola sopra a copertura) per circa 30 min. Poi procedete con la formatura.
5. Sul piano di lavoro allargate l’impasto a rettangolo, poi ripiegate le estremità superiori su se stesse come se doveste realizzare un aeroplanino di carta e poi arrotolate stretto, avendo cura man mano che arrotolate, di richiudere verso il centro i bordi esterni.
6. Sigillate bene alle estremità pizzicando l’impasto e ripotenete su un cestino su cui avrete riposto un canovaccio (o un foglio di carta forno) ben infarinato. Coprite con pellicola e riponete in frigo fino al giorno seguente.
7. Verso le 14 del pomeriggio, ponete il pane in congelatore per circa 40 minuti. Circa 20 min prima di togliere il pane dal congelatore scaldate il forno al massimo con dentro la pentola con cui cuocerete il pane.

8. Riprendete il pane e riversatelo su un foglio di carta forno. Fate almeno due tagli con la lametta (o coltello affilatissimo) su tutto il bordo sinistro e destro. Se gradite decorate a piacere intagliandolo. Quando siete pronti riprendete la pentola rovente e riponetelo dentro con tutta la carta forno. Abbassate il forno a 230 gradi e fate andate per 15 min. Togliete il coperchio e abbassate a 200gradi per altri 15 min. Togliete il pane dalla pentola e proseguite a 190 gr per 10 min, poi 180 gr per altri 10 min, poi 170×10 min, infine 160 per 5 min, e altri 10 min alla stessa temperatura con forno a fessura.

Please follow and like us:
Pin Share

Potrebbe anche interessarti...

2 commenti

  1. Che bella faccia questo pane Sara!!!

    1. Sara Salvoni dice:

      Ma grazie! Detto da te è un super complimento 🤩🤩🤩

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *