Ricette e racconti di vita e di viaggio

lievitati

Piadina Fit senza olio né strutto, con yogurt greco zero

La piadina è un piatto tipico della cucina romagnola..per noi è da sempre il comfort food della domenica…quando non si vuole esagerare con un pasto pesante ma si vuole anche spezzare la monotonia del menu settimanale fatto di carne, pesce e uova.

Considerando che entrambi seguiamo un regime alimentare controllato ho pensato di cimentarmi in un piatto che fosse meno calorico possibile e che rispettasse più o meno i macros dei nostri piani alimentari.

Così sono nate queste piadine che, seppur prive di grassi, restano morbide grazie allo yogurt.

Con 5 ingredienti (tra cui lievito e sale) e max 5 di preparazione, sono perfette per una cena sfiziosa. Sono decisamente light, si prestano a qualsiasi farcitura, se si aggiunge che si può persino omettere il riposo se si va di fretta, ci sono motivi per non provarla?

Il procedimento è semplicissimo ma se volete vedere come si deve procedere trovate nel mio profilo Instagram il reel per vedere tutti i passaggi. Insomma non avete scuse per non provare le mie piadine fit!

Ingredienti per due piadine:

100 gr di farina tipo 1 o farro;

40 gr di acqua;

60 gr di yogurt greco zero;

1 pizzico di sale

1/2 cucchiaino di lievito per torte salate.

Procedimento:

  1. In una ciotola mischiate tutti gli ingredienti, amalgamate bene e lavorate l’impasto per qualche minuto fino ad ottenere una palla compatta e liscia.
  2. Coprite a campana con la ciotola che avete utilizzato per amalgamare gli ingredienti e lasciate riposare per circa 10/15 min.
  3. Fate scaldare una piastra o una padella antiaderente a fuoco medio;
  4. Nel mentre dividete l’impasto in due parti e con l’aiuto di un mattarello e abbondante farina stendete ad uno spessore di 2/3 mm le piadine.
  5. Cuocetele nella piastra o padella ben calda avendo cura di bucare la superficie con una forchetta per evitare che gonfi!

note:

  1. Consumatele ben calde. Se per caso avanza la piadina già cotta riscaldatela prima di addentarla (la mancanza di grassi fa sì che la piadina non si mantenga morbida).
  2. Se volete mangiarla con la mozzarella fusa dopo aver cotto il primo lato, giratela e aggiungete la mozzarella nel lato già cotto, piegate quindi a metà e cuocete prima da un lato e poi dall’altro. Così la mozzarella avrà tempo di sciogliersi.

Please follow and like us:
Pin Share

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *